I benefici dell’esposizione al freddo intermittente

Cosa succede dopo un bagno di ghiaccio – I benefici dell’esposizione al freddo intermittente

Docce fredde, esposizione al freddo e bagni di ghiaccio stanno diventando sempre più compresi e studiati come una strategia di “salute” per migliorare le funzioni fisiologiche su diversi livelli.

Molte figure di spicco, in prima linea nella rivoluzione della salute e del benessere, stanno diventando sostenitori della regolare esposizione al freddo proprio grazie a questi benefici. Ma quali sono esattamente questi benefici e ne vale davvero la pena?

 

IMG_1338.JPG

Tra i benefici documentati abbiamo:

Funzione cognitiva
Rigenerazione di sinapsi e cellule nervose che possono aiutare a rafforzare la funzione cognitiva e prevenire le malattie degenerative del cervello

Perdita di peso
Produzione di un tessuto adiposo marrone più sano e più efficiente (BAT) che può portare alla perdita di peso

Infiammazione
Riduce l’infiammazione influenzando la produzione di citochine (può essere positivo per le malattie infiammatorie e autoimmuni) e la costrizione dei vasi sanguigni (potrebbe non essere buono per gli atleti che si riprendono da un intenso esercizio fisico)

Umore
Aumenta il benessere degli ormoni come la dopamina e la norepinefrina, quindi può aiutare nella depressione

Risposta allo stress
L’esposizione al freddo crea una risposta allo stress posturale del corpo, apportando molti benefici per la salute attraverso l”ormesi”

Studi mostrano:

Immersione in acqua fredda a 4,4 gradi C per 20 secondi o crioterapia per 2 minuti a -166 gradi F tre volte a settimana per 12 settimane aumento della noradrenalina del 200% – 300%.

Immersione in acqua fredda a 14 gradi C per 1 ora, aumento del metabolismo del 350% della norepinefrina del 530% e della dopamina del 250%.

 

Personalmente non riesco a pensare a un modo migliore per iniziare la giornata in modo energico, per avere la forza mentale e la sensazione di poter realizzare qualsiasi cosa quel giorno io abbia deciso di fare!

I potenziali benefici che questa pratica può portarci li conosciamo, sta ora a noi decidere se valga la pena o meno integrarla nel nostro stile di vita.

 

IMG_1230.JPG

#centromedicouma #milano #docciafredda #coldthermogenesis #salute

Le 6 più comuni cause di sciatica

IMG_9842.PNG

I seguenti problemi alla schiena sono le più comuni cause di sciatica: • ernia del disco lombare
Un ernia del disco si verifica quando il materiale interno morbido del disco trapela, o un’ernia, attraverso il nucleo esterno fibroso e irrita o pizzica la radice del nervo associato.
Altri termini utilizzati per riferirsi a un ernia del disco sono: disco rotto, rigonfiamento del disco, disco sporgente o un nervo schiacciato. La sciatica è il sintomo più comune di una ernia del disco lombare.
spondilolistesi istmica

Questa condizione si verifica quando una piccola frattura da stress permette ad una vertebra di scivolare in avanti su un’altra vertebr; per esempio, la vertebra L5 scivola in avanti sulla vertebra S1.
Con una combinazione di crollo dello spazio del disco, frattura, e una vertebrale che scivola in avanti, il nervo può risultare schiacciato e causare la sciatica. • stenosi lombare spinale

Questa condizione provoca
comunemente la sciatica a causa di un restringimento del canale spinale. La Stenosi spinale lombare è relativamente comune negli adulti di età superiore ai 60 anni.
Tale condizione in genere si raggiunge da una combinazione di uno o più dei seguenti elementi: dolore nervi sciatico, faccette articolari allargate, crescita eccessiva dei tessuti molli e una pressione del disco sporgente sulle radici nervose. • La sindrome del piriforme
Il nervo sciatico può irritarsi quando il muscolo piriforme si contrae. Se il muscolo piriforme si irrita o pizzica una radice nervosa che comprende il nervo sciatico, può causare il dolore tipico della sciatica. • disfunzione sacroiliaca

L’irritazione del nervo L5 causa lo stesso tipo di dolore.
Di nuovo, questa non è una vera radicolopatia, ma il dolore alle gambe può essere uguale all’irritazione del nervo sciatico.
I Chiropratici utilizzano anche il termine sublussazione per descrivere il mal funzionamento delle vertebre che ancora una volta può essere una causa comune di un irritazione del sistema Nervoso.
Nel prossimo articolo vedremo i sintomi della sciatica.

#centromedicouma #salute #benessere #cervicale #cervicalesintomi #nervosciatico #sciatica #malditesta

Essere felici può aiutarti a rimanere in buona salute?

IMG_8814.PNG

Uno dei concetti fondamentali della chiropratica è la connessione tra il cervello e il corpo. Questa nozione che il cervello e il corpo si influenzano a vicenda in modo profondo è cementata nella nostra pratica quotidiana. La medicina occidentale è stata un pò lenta ad abbracciare la connessione tra salute mentale e quella fisica. È incoraggiante il fatto che studi sempre più recenti stiano iniziando a mostrare una forte correlazione tra stress emotivo e salute.

Il Dr. James Chestnut, nel suo libro “Il benessere e la prevenzione” parla a lungo degli effetti dello stress prolungato sul sistema nervoso simpatico, sulle ghiandole surrenali e sul resto del corpo. Egli afferma semplicemente che gli uomini si allontanano da uno stato di salute perché sono esposti a fattori di stress che provengono dall’esterno, piuttosto che dall’interno. Lo stress ci muove in uno stato di fisiologia adattativa in cui dobbiamo rispondere alle sfide e possiamo auto aiutarci con un buon atteggiamento mentale che può influenzare questo cambiamento.

Questo è un concetto che sembra guadagnare validità nel mondo della medicina allopatica e della ricerca. Harvard ha appena annunciato la creazione di un nuovo centro che sarà dedicato allo studio di come la felicità possa rendere le persone più sane.
L’obiettivo del centro è quello di supportare la comprensione scientifica del legame tra una mentalità positiva e un ambiente sociale positivo – per esempio avere buoni rapporti con la famiglia e gli amici, un valido lavoro, esercizio fisico sano, hobbies stimolanti –
Allo stesso modo, i ricercatori sperano di capire come circostanze sociali negative – come la povertà e la mancanza di relazioni o di occupazione – possano avere un impatto sulla salute o la longevità.
Gli scienziati di Harvard sperano che tale centro possa rappresentare un valido aiuto nella comprensione di tale connessione.

Riferimenti: australiana spinale blog di ricerca

#centromedicouma #salute #benessere
#cervicale #cervicalesintomi #nervosciatico #sciatica #malditesta #maldischiena #erniadeldisco #lombosciatalgia #chiropratico #chiropratica #milano

Perché scegliere la Chiropratica?

IMG_8761

È la colonna vertebrale che ospita e protegge il midollo spinale, ed è nel midollo spinale che gli impulsi nervosi vengono trasmessi dal cervello a tutte le parti del corpo. In caso di lesioni, le vertebre non orientate possono interferire con le trasmissioni nervose, inibire la mobilità e provocare dolore o disagio. Il trattamento chiropratico ristabilisce le vertebre in modo che gli impulsi nervosi non siano limitati. Quando la colonna vertebrale è correttamente allineata, la causa di dolore e malfunzionamento viene rimossa e il corpo torna alla normalità.

Al centro della filosofia chiropratica c’è questa semplice saggezza: trattare il problema, non i sintomi. Se esaminiamo solo i sintomi, rimane il problema sottostante e i sintomi continueranno a tornare fino a quando non viene trattato il problema.

#centromedicouma #salute #benessere
#cervicale #cervicalesintomi #nervosciatico #sciatica #malditesta #maldischiena #erniadeldisco #lombosciatalgia #chiropratico #chiropratica #milano

Quanto tempo passate stando seduti?

IMG_8754.PNG

Potreste aver sentito dire che stare troppo seduti non fa bene alla salute. È vero!
Poichè la maggior parte dei pazienti che vediamo tutti i giorni trascorrono molto tempo stando seduti, sia per lavoro che per piacere, abbiamo deciso di scrivere una serie di brevi articoli e di girare un video in merito agli aspetti negativi per la salute causati dallo stare seduti ad una scrivania per molte ore al giorno, o per mancanza di attività fisica.
Daremo anche consigli su come ridurre questi effetti e come aiutare il vostro corpo a mantenersi più resistente alle sollecitazioni imposte dalla sedentarietà e dalla cattiva postura.
La ricerca conferma che, al fine di rimanere in buona salute in modo ottimale, il corpo ha bisogno di trascorrere la maggior parte del tempo a fare quello che è stato progettato per fare: muoversi!
Purtroppo la maggior parte di noi fa esattamente il contrario! Trascorriamo troppo tempo davanti al computer, guardando la tv o giocando con i nostri telefoni cellulari, per esempio.
Purtroppo stiamo già osservando le conseguenze di ciò nelle persone più giovani.

Quindi, come possiamo fare per evitare sintomi e disturbi?
Possiamo stare meno seduti e iniziare a muoverci di più. Si tratta di una strategia semplice che può fare miracoli per la vostra salute. Se non è possibile ridurre il tempo di sedentarietà a causa di impegni di lavoro, ci sono semplici strategie che possono essere utilizzate per prevenire disturbi e malattie.
Altre ricerche, nel corso degli anni, hanno dimostrato che l’esercizio fisico e semplici movimenti possono avere enormi benefici su quasi tutti i tipi di malattia, come per esempio: artrosi, depressione, ansia, problemi cardiaci, respiratori (asma), cattiva digestione, cattiva circolazione ecc ecc… la lista potrebbe continuare all’infinito.
Come chiropratici comprendiamo l’importanza della prevenzione.
La vostra salute è troppo importante per essere ignorata.
Nel prossimo articolo troverete consigli utili su come allestire la vostra postazione di lavoro e come sedersi nel modo più ergonomico possibile.

#centromedicouma #salute #benessere
#cervicale #cervicalesintomi #maldischiena

I vantaggi della respirazione profonda

 

IMG_8723.PNG

La respirazione profonda è detta anche respirazione diaframmatica, respirazione addominale o respirazione del ventre.
Quando si respira profondamente, l’aria che entra attraverso il naso riempie completamente i polmoni e il basso ventre aumenta.
Per molti di noi la respirazione profonda sembra essere innaturale per vari motivi, uno dei quali è legato all’immagine del corpo nella nostra cultura. Un ventre piatto è considerato attraente, così sia le donne che gli uomini tendono a trattanere i muscoli dello stomaco. Questo interferisce con la respirazione profonda e fa sembrare normale la “respirazione toracica”, aumentando così la tensione e l’ansia.
La respirazione superficiale limita la gamma di movimento del diaframma, la parte più bassa dei polmoni non si riempie di aria ossigenata e ciò può farti sentire a corto di fiato e ansioso.
La respirazione profonda addominale invece favorisce il pieno scambio di ossigeno e può rallentare il battito cardiaco e ridurre o stabilizzare la pressione sanguigna.

Come migliorare la respirazione
Un ottimo modo per praticare la respirazione profonda è quello di sdraiarsi sulla schiena, mettere un libro o un altro oggetto sul proprio ventre e utilizzare il diaframma per respirare, guardando il libro andare su e giù con il proprio stomaco ad ogni respiro.
Come per ogni cosa, la pratica aiuta e quello che sembra uno strano e innaturale movimento può essere sviluppato finché non si è in grado di eseguirlo inconsciamente.

#centromedicouma #salute #benessere
#cervicale #cervicalesintomi #nervosciatico #sciatica #malditesta #maldischiena #erniadeldisco #lombosciatalgia #chiropratico #chiropratica #milano

Movimento, essenziale per una salute ottimale!

IMG_8718.PNG

In uno studio iniziato nel 1948, ora sulla sua terza generazione di partecipanti, ha osservato la correlazione tra fitness cardiovascolare di persone oltre i 40 anni e le dimensioni del loro cervello durante il periodo di studio.
È stato riscontrato che le persone che hanno avuto minore fitness cardiovascolare e più alta pressione sanguigna avevano cervelli più piccoli quasi due decenni più tardi.
Lo studio suggerisce che l’esercizio fisico può aumentare il flusso di sangue e ossigeno al cervello, che migliora la capacità di formare nuovi neuroni e prevenire atrofia cerebrale. In un precedente post sono stati affrontati i benefici di BDNF, che è legata alla produzione di nuove cellule cerebrali (neurogenesi) che viene ottimizzata con l’esercizio.
Un altro buon motivo per aumentare il vostro livello di attività!

#centromedicouma #salute #benessere
#cervicale #cervicalesintomi #nervosciatico #sciatica #malditesta #maldischiena #erniadeldisco #lombosciatalgia #chiropratico #chiropratica #milano

Stress, adattamento e salute della colonna vertebrale

IMG_8460.PNG

Il concetto di adattamento è fondamentale per la salute e per la chiropratica.
Sappiamo che il corpo umano si adatta a sopravvivere su base giornaliera. Lo vediamo quando incontriamo un virus e il corpo si adatta per sconfiggerlo. Si verifica anche quando abbiamo la febbre e il corpo si adatta a prendersi cura di sè stesso. Ci adattiamo quando si mangia, estraendo i nutrienti dal nostro cibo ed espellendo le tossine e i prodotti di scarto.

Quando il corpo non è in grado di adattarsi sia alle condizioni interne che ambientali che incidono su di esso, diventa facile per la malattia svilupparsi. Questa è la ragione per cui i chiropratici hanno interesse a sostenere i sistemi neurologici e fisiologici all’interno del corpo

Un importante ostacolo per l’adattamento è lo stress. Sia interna o esterna che sia la sua origine, lo stress ha la capacità di alterare la chimica interna del corpo, inondando il corpo con gli ormoni dello stress, come il cortisolo e l’adrenalina, che a loro volta sopprimono le funzioni immunitarie, riproduttive e digestive. Questo non è un problema a breve termine, ma l’esperienza e la ricerca ci mostrano che, a lungo termine, lo stress ha un effetto significativo e dannoso sull’adattamento e la salute in senso più ampio.

Il Chiropratico David Fletcher DC:
“Il midollo spinale è allineato in tre strati. Sulla parte superiore ci sono i muscoli e le articolazioni che li supportano e permettono loro di muoversi, ma se lo stress sta andando così in profondità da incidere sui muscoli e le articolazioni, allora sicuramente si avrà un problema alla schiena.
La mia più grande preoccupazione in quanto chiropratico, è che lo stress possa essere tale da interferire con il terzo strato, che è rappresentato dal funzionamento del sistema nervoso che collega il cervello al corpo, allora non si ha più un problema alla schiena, ma si sta sviluppando un ulteriore problema di salute di cui si può essere o meno a conoscenza.” #centromedicouma #salute #benessere
#cervicale #cervicalesintomi #nervosciatico #sciatica #malditesta #maldischiena #erniadeldisco #lombosciatalgia #chiropratico #chiropratica #milano

La ricerca d’avanguardia di cui tutte le donne dovrebbero essere a conoscenza!

 

IMG_8302.PNG

É stata approvata la pubblicazione dei dati su questa importante ricerca. Grande novità per le donne e per i chiropratici!
• La chiropratica può avere un impatto sui muscoli del pavimento pelvico.
• Le donne in gravidanza che hanno ricevuto cure chiropratiche hanno una maggiore capacità di rilassare i muscoli del pavimento pelvico a riposo.
• Questo rilassamento dei muscoli del pavimento pelvico può significare che la chiropratica potrebbe essere di beneficio per le donne in gravidanza, in quanto può aiutarle ad avere un parto naturale.

Perché questo studio è importante. I muscoli del pavimento pelvico sono parte integrante del processo di nascita, e per la prevenzione di incontinenza e di altre questioni, il che rende questo un pezzo interessante di conoscenza per i chiropratici e per le donne che ricevono cure chiropratiche.

#centromedicouma #salute #benessere
#cervicale #cervicalesintomi #nervosciatico #sciatica #malditesta #maldischiena #erniadeldisco #lombosciatalgia #chiropratico #chiropratica #milano

Maggiore forza, funzione muscolare e meno fatica

IMG_8285

Ricerca: La Chiropratica può aumentare la forza, diminuire la fatica e migliorare la capacità del cervello di “guidare” i muscoli. “Quello che possiamo dire in base a questo studio è che quando trattiamo le sublussazioni, miglioriamo la forza, preveniamo la fatica e cambiamo il modo in cui il cervello guida i nostri muscoli. Questo è piuttosto interessante.” Dice Heidi Haavik, una delle menti che abbiamo dietro questo recente studio.

Haavik si riferisce alle sublussazioni come a delle disfunzioni che si verificano quando il sistema nervoso non controlla più il movimento della colonna vertebrale come dovrebbe. “Quando trattiamo…le ublussazioni, cambiamo il modo in cui il cervello elabora quello che sta succedendo nel nostro corpo. Quindi siamo in grado di processare meglio tutte le informazioni sensoriali che fluiscono attraverso il nostro corpo, e controllare quest’ultimo in modo miglior.” Dice Haavik.
In questo recente studio, i ricercatori hanno chiesto a dei gruppi di persone di contrarre al massimo i muscoli delle loro gambe. Per coloro che hanno ricevuto i trattamenti chiropratici, sono stati evidenziati importanti cambiamenti nel modo in cui il cervello ha guidato il muscolo. I nostri soggetti erano più forti (in confronto all’altro gruppo) ” osservano Haavik e i suoi colleghi ricercatori.
Lo studio ha dimostrato: • un aumento di quasi il 60% nelle letture dell’attività elettrica dei muscoli specificamente mirati • un aumento del 16% in misura del vigore • un aumento del 45% di controllo del cervello sui muscoli.

Un’altra scoperta interessante si è verificata quando Haavik ha confrontato questi risultati con un altro studio che ha esaminato un gruppo di persone dopo tre settimane di allenamento:
“I nostri risultati sono stati quasi identici a tre settimane di allenamento.” Questi risultati confermano ciò che noi chiropratici già sappiamo: le persone che si affidano a cure chiropratiche possono “funzionare” meglio.

#centromedicouma #salute #benessere
#cervicale #cervicalesintomi #nervosciatico #sciatica #malditesta #maldischiena #erniadeldisco #lombosciatalgia #chiropratico #chiropratica #milan